Witch’s basket: il tarassaco

La pianta che più fa sognare i bambini è proprio il tarassaco! Chi non ha soffiato sul “batuffolo” del tarassaco esprimendo un desiderio? Il tarassaco o dente di leone, per la forma delle sue foglie, è una pianta magica perchè ha infinite virtù!

Basti pensare che il suo potere massimo, depurativo e anti scorie, si sviluppa in primavera proprio quando usciamo dall’inverno e abbiamo bisogno di ripulirci dagli accumuli di cibo e sostanze pesanti durante “il letargo”.

Nella Teoria delle segnature medievale, ovvero seguendo il concetto che la forma e il colore delle piante siano connessi con una parte del corpo umano , il colore giallo del fiore di tarassaco, ricorda la bile, e di conseguenza un ottimo depuratore epatico. Il lattice della pianta era anche impiegato come repellente per insetti e per il trattamento delle verruche e questo si ritrova anche nell’uso della celidonia, il cui lattice veniva usato fresco su verruche e ferite, anch’essa pianta comune ai bordi delle strade dove i camminatori del passato potevano trovare rimedi per i piedi stanchi e rovinati.

Per lungo tempo però il tarassaco venne associato alla cicoria selvatica e in effetti hanno proprietà molto simili. Solo nel XVII secolo si hanno notizie del tarassaco come pianta a se stante grazie all’erborista inglese Culpeper che descrive il tarassaco o “piss-a-bed” (piscialletto!) per le sue innumerevoli proprietà depurative per l’apparato urinario e per il fegato, inoltre lo colloca sotto il dominio di Giove.

Soffiare sul tarassaco, ha scopi divinatori: osservare il movimento dei semi era un modo per trarne auspicio, e anche per richiamare a se l’amato, come ad inviargli un messaggio di fertilità. Inoltre nelle tradizioni popolari si trova il fiore del tarassaco associato all’abbondanza, forse proprio per la quantità di petali che ha!

Si trova anche nelle tradizioni del nord Europa che ci raccontano come questo fiore sia legato alla dea Brigit, grazie alle sue proprietà depurative, guaritrici ma anche per la connessione con l’inizio di primavera e il calore del sole ispirato dal suo colore. Pare anche che sia usato dalle fate per ripararsi durante la pioggia e che quindi non si debba raccogliere prima di un temporale!

SUGGERIMENTI PER GLI INCANTI

In magia il soffione è uno strumento di per sè utilizzabile in quanto raffigura l’intento che viene lanciato, e siccome ciò che viene lanciato sono i semi, rispecchia perfettamente tutti gli incanti del periodo in cui nasce: agli inizi della primavera infatti esprimiamo nuovi progetti che portino abbondanza, salute, nuove opportunità. Inoltre per il suo colore infonde coraggio, sappiamo infatti che va a lavorare sul fegato. Io lo utilizzo insieme ad altri fiori di primavera generalmente negli incensi per propiziare nuovi intenti, ma spesso mi limito a soffiare qualche desiderio durante le passeggiate. La magia del tarassaco è semplice e spontanea!

Per suggerimenti o richieste personalizzate di sacchettini e incanti puoi scrivermi: info@spiritodellanatura.it

Qui di seguito, il video in cui ti parlo e ti mostro il tarassaco e le altre 4 piante del periodo!

Segui il canale Youtube e i video sulle erbe!


ATTENZIONE

-Prima di raccogliere una pianta assicurati che sia quella giusta e non sia la sua controparte velenosa (come tutto in Natura anche le piante e le loro proprietà sono duali  ).

-Se decidi di assumerla per bocca devi essere sicuro che non crei allergie e che non ti arrechi danno se hai problemi di salute.

-Quando raccogli una pianta non strapparla ma tagliala con un coltello all’altezza delle diramazioni in modo da rafforzarla e darle la possibilità di ricrescere.


Spero che l’articolo ti sia piaciuto, segui il canale YouTube e il Blog di Spirito per i prossimi approfondimenti sulle erbe! 

Lisa

Ricercatrice spirituale, artigiana, figlia degli Spiriti...

Potrebbero interessarti anche...