Witch’s basket: la ruta

“Herba de fuga demonis”

Una delle più famose erbe delle Streghe e da loro più usate, insieme all’artemisia e alle piante magiche del “volo” venne poi considerata protettiva contro le Streghe per il suo forte odore che tiene lontani insetti e parassiti. Come sempre accade, le piante legate alla magia e alla stregoneria, vennero impoverite del loro ruolo incantato e relegate solo come amuleti contro streghe e demoni. Basti pensare che nei processi per stregoneria, gli accusatori ne portavano rametti sotto i vestiti. Inoltre la ruta è particolarmente odiata dai rospi, animali da sempre collegati alle streghe, altro buon motivo per inserire la ruta tra le piante scaccia diavoli. .

Divenne infatti un’altra pianta consacrata a San Giovanni perchè vede il suo massimo potere proprio nel periodo estivo, e perchè questo santo divenne il protettore di questa notte infestata da creature maligne. Nel nord Europa i Celti la mettevano in casa per proteggersi dal male e dalle malattie. Veniva messa nelle stalle contro le pulci e fu un rimedio insieme all’aglio, contro la peste.

Era infatti usata anche nelle carceri per tenere lontani  i topi e la diffusione di malattie.

Corone di ruta venivano messe sulle tombe per evitare infestazioni di spiriti. Oggi è conosciuta anche come aiuto negli esorcismi e se usata strofinata sul pavimento o nell’acqua del bagno, annulla tutti i malefici subiti.

Il suo uso popolare era legato al fatto che nessun insetto si avvicina a questa pianta ed era perciò utile nei raccolti, ma anche per tenere lontani animali selvatici bruciandola nei fuochi esterni. Il termine graveolens (Ruta graveolens) è per indicare proprio il suo odore molto pungente.

Inoltre per le sue proprietà antibatteriche al pari dell’aglio veniva macerata nel vino e assunta per contrastare possibili avvelenamenti, mentre Santa Ildegarda consigliava questo macerato per contrastare le “amarezze pungenti“, ovvero contro il “cattivo calore della malinconia”. E’ ancora molto famosa la grappa alla ruta, forse come derivazione da questo antico rimedio.

Oltre al suo odore particolare, anche il colore di questa pianta è davvero singolare: le sue foglie sono verdi-blu, e i suoi fiori giallo-verdi. Non è definita, ed è tenue, sembra quasi fredda, e questa qualità stona con il calore del sole estivo sotto il quale nasce, ma si rispecchia nella proprietà di raffreddare e rinfrescare anche solo con la sua vicinanza!

Come l’artemisia, era usata in tutti i processi femminili, dalla mestruazione all’espulsione della placenta dopo il parto.

Un effetto particolarmente caro alle Streghe, ma soprattutto a chi si rivolgeva a loro per avere dei rimedi, era la capacità di raffreddare l’uomo e al contrario, nella donna accendere la passione: “Nell’uom Venere affredda e nella donna assai l’accende e fa l’ingegno astuto”. 

Questo effetto sarà stato sicuramente temuto dagli uomini, così come anche la capacità di ruta e artemisia di rendere le donne indipendenti di decidere se avere figli o meno. Queste due erbe, se trovate in mano a una donna erano spesso considerate una prova del fatto che fosse una strega o che ne conoscesse una.

SUGGERIMENTI PER GLI INCANTI

Amo molto il profumo della ruta, è inconfondibile e anche quando la pianta viene essiccata rimane questo aroma, che è molto utile da miscelare con incensi per la protezione, o anche acque aromatiche per ripulire strumenti divinatori e che vengono usati in magia.

Per suggerimenti o richieste personalizzate di sacchettini e incanti puoi scrivermi: info@spiritodellanatura.it

ATTENZIONE

-Prima di raccogliere una pianta assicurati che sia quella giusta e non sia la sua controparte velenosa (come tutto in Natura anche le piante e le loro proprietà sono duali  ).

-Se decidi di assumerla per bocca devi essere sicuro che non crei allergie e che non ti arrechi danno se hai problemi di salute.

-Quando raccogli una pianta non strapparla ma tagliala con un coltello all’altezza delle diramazioni in modo da rafforzarla e darle la possibilità di ricrescere.


Spero che l’articolo ti sia piaciuto, segui il canale YouTube e il Blog di Spirito per i prossimi approfondimenti sulle erbe! 

Lisa

Ricercatrice spirituale, artigiana, figlia degli Spiriti...

Potrebbero interessarti anche...