Il Rito

“Trasformando tutti gli atti fisiologici in cerimonie, l’uomo arcaico si sforza di «passare oltre», di proiettarsi oltre il tempo (del divenire), nell’eternità.”

MIRCEA ELIADE

 

 

Citando questo grande scrittore ed esperto di religioni antiche come lo sciamanesimo, vorrei introdurre il concetto del rito come momento di auto osservazione, e celebrazione ma anche di trasformazione e di connessione.

Il rito ti permette infatti di fermarti e prenderti un momento estremamente intimo per ascoltare i tuoi movimenti interiori all’interno di uno spazio sacro che non fa parte del mondo quotidiano. Il rito è un atto all’interno di te che ti porta in forte connessione con le forze naturali.

In ogni celebrazione della Natura come ad esempio il Plenilunio, c’è un momento rituale in cui ognuno si raccoglie con se stesso, si osserva, si connette con la Madre del Cielo e fa la sua richiesta a se stesso, al divino che è in lui che in quel momento di pienezza riconosce nella Luna. Questo processo interiore esiste anche nei rituali in cui celebriamo e onoriamo i passaggi stagionali, e il ciclo agricolo. Le 8 feste o Sabba sono anch’esse momenti di passaggio per “passare oltre” come  dice Mircea Eliade. Osservare e prendere consapevolezza che tutto intorno a te in Natura sta cambiando ti mette in contatto con gli stessi cambiamenti all’interno di te e ogni volta che ti Ri-unisci con la Madre attraverso il rito diventi più presente nella tua vita e più compassionevole verso la Natura.

Del rito fanno parte la danza, i gesti , le parole, tutto diventa un mezzo per creare ed espanderti ma anche onorare la divinità che riconosciamo in una foglia d’autunno che cade o in una spiga di grano o nelle foglie del Re Quercia, nel Sole, nella Luna.

LA CAPANNA DELLA LUNA,  LA RUOTA DELLA TERRA E LO YOGA DELLE STREGHE sono i tre percorsi che comprendono il lavoro attraverso il rito. Il primo celebra la Luna nella sua fase di pienezza, e durante gli incontri vengono dati alcuni consigli su come celebrare individualmente la fase di Luna Nuova, ovvero l’inizio di ogni ciclo lunare che richiede introspezione e solitudine.

Il secondo percorso invece riguarda maggiormente il ciclo della Terra, e quindi il raccolto e la semina, ma anche i solstizi e gli equinozi che anticamente venivano percepiti proprio come porte di nascita e morte.

Lo Yoga delle Streghe prevede una prima parte, della durata a discrezione dell’insegnante in base alla necessita degli allievi, dove la pratica è essenzialmente indirizzata a stabilire il contatto con la divinità e gli spiriti che la circondano; e una seconda parte dedicata alla stregheria e al contatto con il mondo feerico.

LA RUOTA DELLA TERRA
Celebra gli 8 momenti di passaggio ispirandosi agli antichi calendari agricoli in cui il ciclo di semina e raccolto, di morte e di nascita scandiva il tempo della vita dell’uomo. Fanno parte di queste otto celebrazioni i 2 solstizi, i 2 equinozi e le 4 feste del fuoco, così chiamate nella tradizione celtica perché caratterizzate da grandi falò simboleggianti la speranza, la luce in rinascita, l’abbondanza, la trasformazione. I temi che ho scelto per queste 4 feste avranno come radice il ciclo di vita della Terra nella sua forma di vergine, madre, incantatrice e anziana.
Ogni momento è una porta di connessione con il mondo naturale, un momento di collaborazione delle forze della Natura e di celebrazione dello Spirito di ogni cosa.

Mercoledì 1 Novembre – Samhain, il fuoco dell’anziana.
Giovedi 21 dicembre – Rito del solstizio invernale
Giovedì 1 febbraio – Imbolc – Il fuoco della Vergine
Domenica 25 Marzo – Rito dell’equinozio primaverile
Martedi 1 maggio – Beltane, il fuoco della Madre
Giovedì 21 giugno – Rito del solstizio estivo
Martedì 31 Luglio – Lammas, il fuoco dell’incantatrice
Venerdì 21 settembre – Rito dell’equinozio di autunno

(Le date potranno avere alcune variazioni, controlla il calendario mensile, che uscirà mese per mese per le date definitive, e iscriviti alla mailing list per ricevere gli aggiornamenti direttamente sulla tua mail  MAILING LIST

LA CAPANNA DELLA LUNA
La Luna è l’Antica Madre del Cielo. E’ la prima divinità venerata insieme al Sole che l’uomo abbia percepito. Il suo crescere e decrescere è stato da sempre associato alla gravidanza e alle maree, e così la Luna diventa il simbolo del femminile, delle acque, e per trasposizione del parto e della nascita.
Ogni momento lunare ha una sua importanza per il lavoro magico e spirituale, ma l’energia che ho scelto per lavorare insieme è quello della fase del plenilunio. Sarà possibile propiziare in noi il cambiamento guidati dall’energia del momento, attraverso la danza, il rito, la visualizzazione e alcuni piccoli supporti come le erbe e le candele.

Giovedì 5 ottobre – Luna delle Foglie cadenti
Sabato 4 novembre – Luna del Nebbia
Domenica 3 dicembre – Luna del Ghiaccio
Mercoledi 3 Gennaio – Luna della Neve
Mercoledì 31 Gennaio – Luna del Seme
Venerdi 2 Marzo – Luna del Germoglio
Venerdi 31 Marzo – Luna Blu
Lunedi 30 aprile – Luna delle Foglie
Martedi 29 maggio – Luna del Fiore
Giovedì 28 giugno – Luna delle Erbe Magiche
Venerdi 27 luglio – Luna del Raccolto
Domenica 26 agosto – Luna del Riposo
Venerdi 25 settembre – Luna  del Vino

 

YOGA DELLE STREGHE ©
Questo percorso si basa sulla pratica yoga attraverso un semplice lavoro sul corpo accessibile anche a chi non è praticante abituale di yoga; una particolare attenzione al respiro consapevole; la meditazione guidata; l’uso della voce e della danza.
Gli strumenti sopra elencati sono funzionali per lo scopo principale del percorso: stabilire un contatto intimo con la Dea. In questo percorso la Dea è contemplata con la propria controparte maschile ed è connotata con le figure delle dee Diana e Vesta, nei loro aspetti secondo la tradizione italica. Per questo motivo rientra nelle pratiche di stregoneria.

Il percorso è costruito al fine di stabilire un contatto intimo e di relazione/interazione con la divinità e rientra nella tipologia ermetica alchemica della magia teurgica.

Tale contatto è la condizione necessaria per praticare incantesimi, per fare un uso magico delle erbe e per tutte le altre pratiche di stregheria.

Lo yoga delle streghe prevede una prima parte, della durata a discrezione dell’insegnante in base alla necessita degli allievi, dove la pratica è essenzialmente indirizzata a stabilire il contatto con la divinità e gli spiriti che la circondano; e una seconda parte dedicata alla stregheria e al contatto con il mondo feerico.

Il percorso si articola in quattro incontri al mese. Possono avere cadenza settimanale a giorno fisso, oppure seguire le date delle fasi lunari.

Durante il ciclo annuale si seguono anche i calendari delle feste stagionali, delle feste di Diana e di Vesta, facendo dei lavori specifici.

Gli incontri sono:

-Un incontro dedicato alla Diana luminosa e sarà in luna crescente o piena.
-Un incontro dedicato alla Diana oscura (o Ecate) e sarà in luna calante o nera.
-Un incontro dedicato alla dea Vesta a metà mese (circa) si intende alle idi che andavano dal 13 al 15.
-Un incontro dedicato a tecniche di magia sonora: suoni mantrici e canto armonico e loro uso magico.

Gli incontri sono aperti a uomini e donne, tranne quello dedicato a Vesta che è riservato alle donne.

“Yoga delle Streghe”© tutti i diritti riservati. Autrice: Elena Fornari.
Ogni riproduzione in qualunque forma senza il consenso dell’autrice è vietata.

 

 

(Le date potranno avere alcune variazioni, controlla il calendario mensile, che uscirà mese per mese per le date definitive, e iscriviti alla mailing list per ricevere gli aggiornamenti direttamente sulla tua mail  MAILING LIST

Puoi trovare il calendario di tutti gli eventi QUI