Dalla rievocazione alla pratica

Come già saprai, se leggi il sito o il blog, amo immergermi nelle tradizioni del passato, studiare e ricercare quello che facevano i nostri antenati e spesso mi perdo nelle parole dei bardi o degli skàld  che raccontano di tempi lontani pieni di sciamani, guerrieri, Dei. 

Appunto. Tempi lontani, e pagherei oro per trovare qualcuno in grado di farmi tornare indietro nel tempo e vivere quei tempi, ma sono qui, in questo tempo e devo farmene una ragione 😀

Scherzi a parte: immergersi nel passato può essere un’avventura bellissima, ma se da quel passato vogliamo trarre un insegnamento, è indispensabile secondo me, integrarlo nel nostro presente.

Molti “puristi” della tradizione, ovviamente non saranno d’accordo, ma ti chiedo di riflettere su questo: credi che le esigenze del passato siano le stesse di oggi? Questa per me è stata la domanda chiave che mi ha permesso di uscire dalla rievocazione storica e mi ha fatta entrare nella pratica spirituale. Rievocazione e pratica,  due parole su cui ti invito a riflettere insieme. Leggi tutto “Dalla rievocazione alla pratica”

Dalla finestra: Il novilunio della Nebbia

Hai già sistemato i cuscini sul tappeto morbido, per accogliere questa nuova fase che inizia con la nebbia, con l’inverno, nel punto più basso di te. E’ sicuramente accogliente il rifugio che hai trovato, dietro alla finestra del tuo luogo del cuore, ma decidi lo stesso di mettere il naso fuori e sentire l’aria fredda e umida, di dare uno sguardo al cielo scuro, velato dalla nebbia. Chissà cosa provavano gli antichi in un momento così occulto, dove ogni sicurezza è celata? Ascolti la risposta dentro di te e una sensazione sale e prende una forma. Capisci che è qualcosa di antico, una paura ancestrale forse, che ha bisogno di essere liberata. E così prendi la tua tisana dai sapori caldi e inizi il tuo viaggio di scoperta attraverso la Nebbia.

🍂Strega, ovunque ti trovi, in questa notte, volgi lo sguardo dentro di te 🍂

Spirito della Natura a Ippoasi

Diario di Spirito – 3 Novembre 2018

Siamo ad Ippoasi per condividere un pomeriggio con i ragazzi del rifugio e gli ospiti pelosi.  Cosa è Ippoasi? Un luogo di pace, dove vivono animali non umani salvati dalla morte al macello. Tutti gli ospiti sono per legge animali da reddito, ma io ogni volta che vado ad Ippoasi vedo solo animali da coccole.  Se vuoi conoscere e sostenere Ippoasi visita il sito:  http://www.ippoasi.org/

Perchè ho scelto Ippoasi? Perchè credo nella sacralità della vita e ogni cosa esistente è figlia della Grande Madre, qui, ogni cosa vivente è rispettata in quanto sacra. E’ un luogo di pace. 

Susanna, una volontaria ci ha fatto conoscere gli ospiti, tutti con storie tragiche e ognuno di loro è un miracolato. Leggi tutto “Spirito della Natura a Ippoasi”

La caccia e il rito.

Cosa è rimasto degli antichi riti di caccia?

Ho deciso di scrivere questo articolo perché in questi giorni, dopo la riapertura della stagione venatoria, si ritorna a parlare del senso di questa pratica. In molti si domandano perché la gente continui ad andare nei boschi a sparare ad animali per divertimento.

Amo ricercare soprattutto tra le abitudini dei nostri antichi antenati per capire meglio la Natura e anche il rapporto tra uomo e sacro. E così ho raccolto alcune informazioni in giro per il web, altre da libri, per trattare il tema della caccia dalla sua nascita, fino ad oggi e capirne il senso.

La premessa doverosa è che non sono una giornalista e non sono tenuta ad essere obiettiva per cui lo scrivo subito: io sono contraria alla caccia senza se e senza ma. Le mie opinioni però le scriverò in fondo all’articolo. Ora cominciamo a viaggiare nel tempo!


ALIMENTAZIONE PRIMITIVA UMANA

Sappiamo che i nostri antenati erano onnivori. Una scoperta recente in Israele ha permesso agli archeologi di reperire resti di cibo fossile di origine animale e vegetale.

Una conferma se pur non apertamente condivisa da tutti gli studiosi è che la natura onnivora dell’uomo troverebbe riscontro nelle similitudini di denti e stomaco del maiale, appunto onnivoro anch’esso. Ma c’è di più: anche nell’orso possiamo osservare molte abitudini simili alle nostre. L’alimentazione umana delle origini infatti prevedeva il cibarsi di ciò che veniva trovato, ovvero: frutta, insetti, larve, vegetali e carcasse, nonché la carne dei suoi stessi simili, proprio come il nostro amico orso, venerato nel Paleolitico, e a cui sono state dedicate grotte e riti proprio come se fosse una divinità. Chissà se l’uomo non abbia imparato proprio da questo gigante a nutrirsi! Leggi tutto “La caccia e il rito.”

Spiritualità e religione

Molto spesso mi sono interrogata sulle differenze di significato tra questi due termini e dopo svariati anni di dubbi mi sono fatta una mia idea che potrebbe essere abbastanza accettabile. Perchè è importante capire la differenza? Forse non è così importante ma in me ha cambiato notevolmente il mio approccio al Sacro. Ecco direi che per cominciare potremmo dire che sono due modi diversi di vivere il Divino dentro di noi e in ogni cosa esistente.

Direi di iniziare dal vocabolario e scoprire che cosa significano queste due parole nella nostra lingua. (In grassetto ho evidenziato alcune frasi significative e più avanti trovi il riassunto se non hai tempo di leggere le definizioni)

Leggi tutto “Spiritualità e religione”

La responsabilità personale

Siamo in un momento storico in cui tutti possiamo uscire dai nostri blocchi, difficoltà, affrontare limiti e paure. Ci vengono offerte moltissime strade, ma possiamo comunque riunirle in due cammini delineati da due caratteristiche: la strada  passiva e quella attiva. Facendo questo lavoro ho notato come negli anni le persone, non tutte ovviamente, scelgano la strada passiva con più leggerezza, ovvero rivolgersi ad operatori per “farsi aggiustare”. Ciò che io e molti altri colleghi , vogliamo comunicare alle persone quando si rivolgono a noi è invece il metodo attivo: faticoso, da veri coraggiosi ma quello che distrugge definitivamente il nostro “lato condizionato”.

Vediamo di che si tratta e su cosa si basa.

Il metodo passivo: ho un problema emotivo che mi blocca nel lavoro, vado da un operatore che mi tratta dandomi energia, rimedi, aprendo e chiudendo i chakra all’occorrenza e io esco dal suo studio molto più leggera, felice, e vedo il mondo un pochino più roseo. Solo che non ho Leggi tutto “La responsabilità personale”